ultima modifica: Nicola Scomparin  08/08/2017

Linee guida dell’OMS sulle questioni etiche in materia di sorveglianza della salute pubblica

notizia pubblicata in data : mercoledì 23 agosto 2017

Linee guida dell’OMS sulle questioni etiche in materia di sorveglianza della salute pubblica

Il 26 giugno sono state pubblicate dall’OMS le Linee guida sulle questioni etiche in materia di sorveglianza della salute pubblica. Per la prima volta a livello internazionale, si delineano 17 linee guida che hanno l’obiettivo di aiutare e guidare i responsabili politici, gli operatori sanitari, i funzionari e gli amministratori di realtà sanitarie sui temi etici relativi alla sorveglianza sanitaria pubblica.

La sorveglianza sanitaria pubblica, quando condotta in modo etico, è la base per i programmi volti a promuovere il benessere umano a livello di popolazione. Può contribuire a ridurre le disuguaglianze, ma, talvolta, pone dilemmi etici, soprattutto su questioni riguardanti la privacy, l’autonomia, l’equità e il bene comune.

Il progetto è stato elaborato da un gruppo internazionale di esperti in materia di sorveglianza, di ricerca epidemiologica, di bioetica, di etica della salute pubblica e di diritti umani. Le nuove linee guida analizzano, in particolare: a) la responsabilità di intraprendere la sorveglianza e sottoporla ad un esame etico; b) l’obbligo di garantire un’adeguata protezione dei diritti e; c) le considerazioni per prendere decisioni su come comunicare e condividere i dati sulla sorveglianza. Le linee guida presentano i problemi che i soggetti coinvolti nella sorveglianza – funzionari delle agenzie governative, operatori sanitari coinvolti in attività di sorveglianza, ONG e settore privato – dovrebbero considerare e valutare attentamente quando decidono di raccogliere, analizzare, comunicare e utilizzare dei dati in materia di sorveglianza. Le linee guida, nonostante affrontino le sfide che emergono in contesti di ingiustizia persistente e ripetuta violazione dei diritti umani, non possono fornire risposte concrete a tutte le difficili questioni sollevate dalla sorveglianza sanitaria pubblica. Tuttavia, il corretto utilizzo e la corretta condivisione dei dati svolgono un ruolo importante e le linee guida dell’OMS dovrebbero essere ritenute una guida di riferimento per la loro corretta gestione per garantire un’uguale accesso alle cure.

Per maggiori informazioni cliccare su "ulteriori dettagli".

Risultato
  • 3
(1601 valutazioni)
news ed eventi
<< luglio 2019 >> L M M G V S D 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                      
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a domenica 21 luglio 2019