ultima modifica: Nicola Scomparin  02/11/2017

L'UE e la FAO uniscono le forze per intraprendere azioni sui rifiuti alimentari e sulla resistenza antimicrobica

notizia pubblicata in data : martedì 07 novembre 2017

L'UE e la FAO uniscono le forze per intraprendere azioni sui rifiuti alimentari e sulla resistenza antimicrobica

Il Commissario per la Salute e la Sicurezza Alimentare Vytenis Andriukaitis e il Direttore Generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) José Graziano da Silva hanno deciso di intensificare la collaborazione tra le due organizzazioni per affrontare i problemi dei rifiuti nelle catene di approvvigionamento alimentare e della resistenza antimicrobica.

In una lettera di intenti firmata il 29 settembre, la FAO e l'Unione Europea si impegnano a lavorare insieme per dimezzare i rifiuti alimentari pro capite entro il 2030, un intento stabilito nell’ambito dei nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile. Tale accordo li impegna, inoltre, ad intensificare la cooperazione per affrontare la diffusione della resistenza antimicrobica (AMR) nelle aziende agricole e nei sistemi alimentari.

Il giugno scorso la Commissione Europea ha adottato un nuovo piano d'azione per l'AMR, sostenuto da un approccio unico per la salute e pienamente in linea con il piano d'azione globale dell'OMS sull'AMR e con il piano d'azione della FAO sull'AMR 2016-2020 che si concentra specificamente sul problema all'interno delle catene alimentari. Le opportunità di strategie che sfruttano le conoscenze e le risorse delle due organizzazioni sono molteplici. Gli esempi includono: i) Sincronizzare gli sforzi per quantificare le perdite di cibo e i rifiuti in ogni stato della catena alimentare; ii) Migliorare lo scambio di informazioni e prove relative all'uso antimicrobico nella produzione alimentare nonché le migliori pratiche di gestione delle AMR; iii) Sforzi congiunti di sostegno e di istruzione per promuovere l'uso responsabile di antimicrobici; iv) Supporto ai paesi nella redazione della legislazione sull'utilizzo di antimicrobici; v) Realizzazione di attività di formazione congiunte e sviluppo delle capacità volte a migliorare le capacità nazionali per il monitoraggio dell'uso di antibiotici nei sistemi alimentari e la mappatura della presenza di AMR.

Per maggiori informazioni cliccare sotto su "ulteriori dettagli".

Risultato
  • 3
(2342 valutazioni)
news ed eventi
<< luglio 2019 >> L M M G V S D 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                      
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a mercoledì 24 luglio 2019