ultima modifica: Nicola Scomparin  19/01/2018

Presentato il progetto ID-EPTRI per il potenziamento della ricerca pediatrica a partire dallo sviluppo di un farmaco

notizia pubblicata in data : lunedì 29 gennaio 2018

Presentato il progetto ID-EPTRI per il potenziamento della ricerca pediatrica a partire dallo sviluppo di un farmaco

Il progetto European Paediatric Translational Research Infrastructure (ID-EPTRI), coordinato dal Consorzio per valutazioni biologiche e farmacologiche (CVBF), finanziato nell’ambito di Horizon 2020 (call INFRADEV-01-2017), ha come obiettivo quello di creare il framework per una nuova infrastruttura di ricerca (IR) volta a potenziare la ricerca pediatrica a partire dalle prime fasi di sviluppo di un farmaco. 

Il progetto nasce dalla necessità di superare il problema della carenza di farmaci approvati per l’uso pediatrico sia a livello europeo che mondiale e di proporre modelli di sviluppo per tali farmaci integrando l’innovazione tecnologica nelle attività di ricerca.

La nuova IR rappresenterà un “centro di supporto pediatrico” nello scenario delle IR riconosciute dall’ESFRI per favorire l’efficienza e la produttività di attività di ricerca pediatriche rafforzando la collaborazione con la comunità scientifica. Il risultato finale del progetto sarà la preparazione di un Conceptual Design Report per la realizzazione dell’infrastruttura EPTRI che descriverà i requisiti scientifici e tecnici, nonché i componenti chiave della nuova infrastruttura.

ID-EPTRI ha ricevuto 3 milioni di euro di finanziamento dalla Commissione europea e durerà 24 mesi. L’incontro di lancio del progetto si è tenuto a Roma il 15 e 16 gennaio presso il Ministero dell’Istruzione. Il progetto coinvolge 26 partner appartenenti a paesi europei e non europei, che includono IR già esistenti, università di alto livello, centri europei scientifici e clinici di eccellenza. A livello italiano i partner sono il Consorzio per le Valutazioni Biologiche e Farmacologiche, la Fondazione PENTA e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, mentre le parti terze del CVBF coinvolte sono la Fondazione per la Ricerca Farmacologica Gianni Benzi, l’Azienda Ospedaliero Universitaria Consorziale Policlinico di Bari e Università di Bari Aldo Moro “UNIBA”. 

Per maggiori informazioni cliccare su "ulteriori dettagli"

Risultato
  • 3
(1334 valutazioni)
news ed eventi
<< luglio 2019 >> L M M G V S D 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                      
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a venerdì 19 luglio 2019