ultima modifica: Nicola Scomparin  14/02/2018

Il bilancio a lungo termine dell'UE dopo il 2020: la Commissione europea presenta diverse opzioni e le loro conseguenze

notizia pubblicata in data : mercoledì 14 febbraio 2018

Il bilancio a lungo termine dell'UE dopo il 2020: la Commissione europea presenta diverse opzioni e le loro conseguenze

La Commissione Europea, il 14 febbraio, ha proposto diverse opzioni - e i relativi effetti finanziari - per un nuovo e moderno bilancio a lungo termine dell'UE in grado di realizzare efficientemente le priorità dell'Unione dopo il 2020, in vista della riunione informale dei leader programmata per il 23 febbraio 2018.

Nella riunione del 23 febbraio i leader dell'Unione Europea discuteranno su come garantire che le priorità fissate il 16 settembre 2016 a Bratislava ed il 25 marzo 2017 nella dichiarazione di Roma possano essere adeguatamente finanziate e quindi trasformate in realtà.

Tramite la Comunicazione dal titolo “A new, modern Multiannual Financial Framework for a European Union that delivers efficiently on its priorities post-2020” la Commissione contribuisce alla discussione fornendo i dati necessari in merito al bilancio dell'UE, al valore aggiunto e ai vantaggi da esso offerti e ai risultati che ha permesso di ottenere, delineando gli scenari che illustrano l'impatto finanziario delle diverse scelte programmatiche possibili e mostrando le conseguenze che un'adozione tardiva del nuovo bilancio dell'UE procurerebbe. Tra i vari aspetti trattati nella Comunicazione vi è quello delle infrastrutture di dati, della connettività e delle competenze digitali.

Nell’attuale quadro finanziario, il sostegno dell'UE ammonta a circa 35 miliardi di €. La Commissione specifica che mantenere o abbassare gli attuali livelli di investimento comprometterebbe la capacità dell'UE di rimanere competitiva nei settori chiave dell'industria e dei servizi come l'assistenza sanitaria, i trasporti, l'energia, ecc. Il sotto-investimento nelle competenze digitali amplierebbe ulteriormente il divario tra la domanda e le competenze disponibili, mentre raddoppiare gli importi attualmente investiti consentirebbe la diffusione di nuovi servizi affidabili e sicuri in e-health, e-government o mobilità.

Il bilancio dell'UE, infatti, rappresenta una piattaforma di lancio per i ricercatori e i loro team per perseguire la ricerca e stimolare l'innovazione che rappresentano l'unico modo per affrontare contemporaneamente e in modo sostenibile la bassa crescita economica, la creazione di posti di lavoro limitati e le sfide globali come salute e sicurezza, clima ed energia. Un aumento del 50% degli importi attualmente destinati garantirebbe una quota accettabile di proposte di alta qualità finanziate, aumenterebbe l'attrattività internazionale dell'Unione per i principali ricercatori, affronterebbe le carenze nell'innovazione e nelle opportunità di crescita e sosterrebbe i progressi su priorità quali il digitale, l'energia, il clima e la salute.

Entro maggio 2018, la Commissione presenterà una proposta formale relativa al prossimo bilancio a lungo termine dell'UE. Nel frattempo continuerà ad ascoltare tutti gli stakeholder, anche mediante le consultazioni pubbliche sulle priorità dell'UE avviate nel gennaio 2018.

Per maggiori informazioni cliccare su "ulteriori dettagli"

Risultato
  • 3
(1346 valutazioni)
news ed eventi
<< ottobre 2019 >> L M M G V S D   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                    
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a mercoledì 23 ottobre 2019