ultima modifica: Nicola Scomparin  04/10/2018

Riunione informale dei Ministri della Salute a Vienna

notizia pubblicata in data : venerdì 05 ottobre 2018

Riunione informale dei Ministri della Salute a Vienna

Dal 10 all’11 settembre 2018 si è riunito a Vienna, il Consiglio informale dei Ministri della Salute dell’Unione Europea, nell’ambito del semestre di Presidenza austriaca. Nella prima delle due giornate di lavori è stato proposto alle delegazioni degli Stati membri, della Commissione europea e dell’Organizzazione mondiale della sanità, una discussione sulle sfide connesse alla  disponibilità dei farmaci autorizzati a livello centrale dall’European Medicines Agency (EMA).

La prima delle due giornate si è aperta con la presentazione del Direttore generale dell’European Medicines Agency-EMA Guido Rasi, il quale si è soffermato su: a) disponibilità dei farmaci innovativi in tutti i Paesi dell’Unione; b) valorizzazione della ricerca indipendente; c) continua rivalutazione dell’efficacia dei farmaci dopo la loro immissione in commercio attraverso registri e meccanismi di monitoraggio post-commercializzazione. Per il Ministero della Salute italiano ha partecipato il Segretario Generale Giuseppe Ruocco, il quale ha assicurato la propria disponibilità a collaborare con i partner europei, al fine di garantire ai cittadini italiani ed europei le migliori opportunità di cura appena queste si rendano disponibili.

Nella seconda giornata è stato affrontato i seguenti temi: a) sanità digitale; b) interoperabilità dei sistemi nazionali attraverso formati e standard condivisi; c) linee guida elaborate in sede comunitaria, per rendere ancora più efficiente la gestione della salute anche attraverso interventi a distanza e applicazioni mobili. Su questo tema l’Italia ha sottolineato l’esigenza di formare i professionisti sanitari, fulcro anche della crescita digitale in sanità.

In questa occasione l’Austria ha, inoltre, firmato la dichiarazione europea sulla messa in rete delle banche dati genomiche he migliorerà la comprensione e la prevenzione delle patologie, consentendo terapie più personalizzate, soprattutto per le malattie rare, il cancro e le malattie legate al cervello. La dichiarazione è un accordo di cooperazione tra i paesi che desiderano offrire un accesso transfrontaliero sicuro e autorizzato alle banche nazionali e regionali dei dati genetici o sanitari, conformemente a tutte le norme dell’UE sulla protezione dei dati.

Per maggiori informazioni cliccare su “ulteriori dettagli”.

Risultato
  • 3
(434 valutazioni)
news ed eventi
<< agosto 2019 >> L M M G V S D       1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a giovedì 22 agosto 2019