ultima modifica: Nicola Scomparin  17/11/2018

Disponibile online l’opuscolo “I primi dieci errori che i pazienti fanno nell'assistenza sanitaria transfrontaliera”

notizia pubblicata in data : mercoledì 21 novembre 2018

Disponibile online l’opuscolo “I primi dieci errori che i pazienti fanno nell'assistenza sanitaria transfrontaliera”

L’opuscolo “I primi dieci errori che i pazienti fanno nell'assistenza sanitaria transfrontaliera” nasce per celebrare il quinto anniversario dal recepimento della direttiva sull'assistenza sanitaria transfrontaliera nella legislazione nazionale.

Ai sensi della direttiva 2011/24 / UE, ogni cittadino UE / SEE ha il diritto di ricevere servizi sanitari pubblici o privati in qualsiasi altro Stato membro dell'UE, Islanda, Liechtenstein e Norvegia, e godere dell'assunzione di tutte o parte delle spese mediche da parte del servizio sanitario nazionale o di un'assicurazione sanitaria del paese di origine del paziente.

Di seguito gli errori più comuni e come evitarli: 1) Molti pazienti, prima di viaggiare, non si informano sulle diverse possibilità dell'assunzione dei costi per le cure ospedaliere all’estero. Al fine di fare la scelta migliore è necessario conoscere tutti gli strumenti giuridici e valutare le opzioni preferibili. 2) I pazienti dovrebbero ricercare le possibili opzioni di trattamento prima di partire, dovrebbero essere ben informati sui diversi passaggi amministrativi in anticipo, così da essere autorizzati ad ottenere il rimborso. 3) In alcuni casi, per l’approvazione del rimborso, è necessaria una autorizzazione preventiva da parte del servizio sanitario nazionale. 4) I pazienti spesso non raccolgono prima della partenza informazioni sui costi, sui tassi di rimborso e sull'ammontare dei costi previsti che potrebbero dover sostenere a proprio carico. 5) I pazienti spesso dimenticano di informarsi sui propri diritti consultando il punto di contatto nazionale (NCP). Per raccogliere tutte le informazioni necessarie, si può consultare il sito Web dei NCP del paese di appartenenza e del paese in cui si desidera ottenere il trattamento sanitario. 6) Accade, inoltre, che i pazienti viaggino senza una copia delle loro cartelle cliniche o di informazioni relative alla propria storia medica, che potrebbe portare a risultati non ottimali di trattamento. 7) È necessario pianificare la gestione delle barriere linguistiche. 8) Dopo un intervento chirurgico o medico all'estero, un'adeguata assistenza al rientro a casa può essere di grande importanza. Organizzare, se possibile in anticipo, tale follow-up medico. 9) Un altro errore che i pazienti fanno è che non sono in grado di presentare le documentazioni necessarie per ottenere il rimborso, come le ricevute originali e le cartelle cliniche. 10) Nel caso in cui si verifichino problemi o il paziente non sia soddisfatto, è necessario essere informati sulle possibilità di fare ricorso o presentare un reclamo. Basterà contattare il NCP per avere tutte le informazioni del caso.

Per maggiori informazioni cliccare su "ulteriori dettagli".

Risultato
  • 3
(800 valutazioni)
news ed eventi
<< luglio 2019 >> L M M G V S D 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                      
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a martedì 23 luglio 2019