HOME » Programmi  | Programma Europa digitale

ultima modifica: lola.patumi  05/11/2018

PROGRAMMA EUROPA DIGITALE

 

Europa digitale è un nuovo programma dedicato alla trasformazione digitale dei servizi pubblici e delle imprese, incentrato sul potenziamento degli investimenti in sistemi informatici e dati a prestazione elevata, intelligenza artificiale, cibersicurezza e competenze digitali avanzate nonché nellʼapplicazione su larga scala delle tecnologie digitali in tutti i settori economici europei. Il programma si fonda su azioni già esistenti, come le soluzioni di interoperabilità per le pubbliche amministrazioni, le imprese e i cittadini europei e i progetti pilota in materia di cibersicurezza e sistemi informatici a prestazione elevata.

La digitalizzazione è, per sua natura, un fenomeno transfrontaliero e intersettoriale. Unʼazione a livello di UE può fare del mercato unico digitale una realtà in cui le politiche digitali sono coordinate in tutta lʼUE, i servizi pubblici digitali e le infrastrutture realizzate dagli Stati membri non sono più frammentati e la tecnologia digitale è diffusa in modo uniforme, in cui sono colmate le lacune esistenti tra i programmi di digitalizzazione dellʼUE e quelli nazionali e in cui si evita il divario digitale. Lʼintervento dellʼUE sarà inoltre in grado di generare coinvestimenti e rendere possibili economie di scala derivanti dallʼappalto comune di supercomputer e dal risparmio per la ripartizione dei costi di manutenzione.

La trasformazione digitale dellʼEuropa e la competitività internazionale devono essere accelerate:

• aumentando le capacità dedicate ai sistemi informatici a prestazione elevata, alla cibersicurezza, allʼintelligenza artificiale e alle competenze digitali;

• ampliando la diffusione e migliorando l’utilizzo delle tecnologie digitali nel settore pubblico e nel privato dove esistono lacune del mercato (p. es. nel caso delle piccole e medie imprese);

• allineando le politiche dellʼUE, degli Stati membri e delle regioni, e mettendo insieme le risorse private e industriali per aumentare gli investimenti e sviluppare sinergie più forti.

Il programma sarà gestito a livello centrale dalla Commissione attorno a cinque pilastri interdipendenti che si rafforzano reciprocamente.

1) Le infrastrutture per i sistemi informatici a prestazione elevata e lʼelaborazione di dati saranno appaltate congiuntamente al fine di sviluppare un ecosistema integrato europeo di supercomputer (che comprenda hardware, software e applicazioni), dedicato in particolare ai settori di pubblico interesse.

2) Le capacità dedicate alla cibersicurezza, sia nella pubblica amministrazione sia nel privato, saranno aumentate tramite: i) lʼacquisizione di soluzioni avanzate, attrezzature, strumenti e dati tramite appalti, ii) un migliore accesso a organismi di certificazione e strutture di prova; iii) la fornitura di assistenza tecnica e di consulenza da parte di personale esperto.

3) Saranno acquisite e rese ampiamente disponibili in tutta l’UE piattaforme aperte e uno ‟spazio comune dei datiˮ per lʼintelligenza artificiale tramite poli dellʼinnovazione digitale che metteranno strutture di prova e le proprie conoscenze a disposizione di piccole imprese e innovatori a livello locale.

4) Il pilastro relativo alle competenze digitali avanzate offrirà a studenti ed esperti di tecnologie lʼopportunità di seguire corsi di formazione in tema di tecnologie digitali avanzate (analisi dei dati, robotica, intelligenza artificiale, catene di blocchi, cibersicurezza, sistemi informatici a prestazione elevata, quantistica, ecc.), corsi specializzati e tirocini presso imprese che utilizzano tecnologie avanzate.

5) La transizione allʼera digitale nei settori di largo interesse pubblico sarà accompagnata da progetti di attuazione su larga scala che faranno in modo di allineare gli investimenti degli Stati membri e dellʼUE al fine di garantire lʼampia disponibilità e interoperabilità delle soluzioni risultanti, portando avanti le attività e i servizi forniti nel quadro dei precedenti programmi. Sarà inoltre offerto sostegno alle piccole e medie imprese che si impegnano nella trasformazione digitale, in particolare in settori come lʼintelligenza artificiale.

Oltre a sostenere in generale la realizzazione del mercato unico digitale, il programma Europa digitale costituirà la piattaforma di sviluppo delle capacità digitali e di applicazione su larga scala che serviranno a vari altri programmi dellʼUE. In molti settori come sanità, pubblica amministrazione, giustizia e istruzione, il programma contribuirà al lavoro svolto dallʼUE per promuovere servizi pubblici efficaci e moderni. Il sostegno ad un settore economico dinamico rafforzerà anche i programmi di crescita e di politica industriale. La creazione di un ambiente sicuro per la realizzazione di servizi digitali servirà a tutte le attività digitali, mentre nel settore della cibersicurezza il programma prevede specificamente azioni integrate nellʼambito del Fondo sicurezza interna.

A sua volta il programma trarrà beneficio dai grandi progressi nel campo della ricerca e dellʼinnovazione ottenuti nel quadro del programma Horizon Europe, integrandoli progressivamente in aree di pubblico interesse e contribuendo al loro sfruttamento commerciale. Il meccanismo per collegare lʼEuropa sosterrà lʼinfrastruttura fisica di connettività necessaria per lʼerogazione dei servizi previsti dal programma Europa digitale. I poli dellʼinnovazione digitale dedicati alle piccole e medie imprese e agli innovatori locali e la digitalizzazione coordinata delle amministrazioni pubbliche regionali migliorerà lʼinteroperabilità e creerà sinergie con i programmi nazionali/regionali nellʼambito dei Fondi strutturali e di investimento europei. Saranno organizzati inviti a presentare proposte per la creazione, in tutte le regioni dʼEuropa, di poli dellʼinnovazione digitale che avranno il compito di mettere a disposizione strutture di prova dedicate allʼintelligenza artificiale e le conoscenze per agevolare la trasformazione digitale delle piccole imprese.

Saranno promosse anche sinergie specifiche con altri strumenti di innovazione, come lʼIstituto europeo di innovazione e tecnologia, e sarà favorito il sostegno tramite il Fondo europeo di sviluppo regionale. Il programma avanzato di opportunità digitali integra gli obiettivi del Fondo sociale europeo+ e di Erasmus+ affrontando il divario esistente tra la domanda e lʼofferta di esperti delle nuove tecnologie digitali.

 

 

Risultato
  • 3
(12 valutazioni)


Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a domenica 15 dicembre 2019