Glossario

Il glossario è una raccolta in ordine alfabetico di termini, utilizzati abitualmente dalle pubbliche amministrazioni. Il glossario può essere di aiuto al cittadino per comprendere meglio la terminologia che viene utilizzata in questo sito. Per agevolare la navigazione il glossario è accessibile cliccando due volte sulla parola desiderata, in questo modo verrà presentato un link alla definizione nel glossario, se presente, e su Wikipedia.

Elenco voci di glossario in ordine alfabetico
  • Atti giuridici comunitari
  • Rappresentano la normativa comunitaria e costituiscono il c.d. diritto derivato. In base all’art. 249 del Trattato sull’Unione Europea si distinguono in: regolamenti, direttive, decisioni, raccomandazioni e pareri. Vengono pubblicati in tutte le lingue comunitarie sulla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee (GUCE) serie L. Subiranno modifiche con l’entrata in vigore del Trattato che adotta una Costituzione per l’Europa, come da Art. 1-33.
  • Attori chiave o stakeholders
  • Individui, gruppi di persone, istituzioni, imprese, organizzazioni che possono avere un interesse nel successo o nel fallimento di un determinato progetto o programma. Si tratta quindi di soggetti che direttamente o indirettamente, in modo positivo o negativo, possono influenzare o essere influenzati dal progetto o programma.
  • Bc-Net
  • Sistema informatizzato costituito da una rete di consulenti di impresa, pubblici e privati, presenti e operanti sia dentro che fuori dall’UE. Il suo scopo è agevolare la cooperazione economica, tecnica, finanziaria e commerciale delle PMI, aiutandole nell’individuazione e ricerca di possibili partner. È possibile accedere al sistema presso gli sportelli delle Camere di Commercio e delle associazioni imprenditoriali.
  • Beneficiari
  • Firmatario di un grant agreement con la Commissione europea.
  • Bilancio
  • Tutte le entrate e le spese dell'Unione europea sono oggetto di previsioni annuali e sono iscritte nel bilancio comunitario. Diversi principi regolano tale bilancio, tra cui: • l'unità: l'insieme delle spese e delle entrate è riunito in un unico documento; • l'annualità: le operazioni di bilancio sono raggruppate in un esercizio annuale; • l'equilibrio: le spese non devono superare le entrate. Ogni anno la Commissione europea ha il compito di trasmettere un progetto preliminare di bilancio al Consiglio e al Parlamento europeo, che condividono l'autorità di bilancio. Il Consiglio adotta un parere sul progetto di bilancio e lo trasmette al Parlamento entro il 1° ottobre dell’anno che precede l’esecuzione del bilancio. Se il Parlamento approva il parere del Consiglio, il bilancio è da ritenersi adottato. Se invece il Parlamento europeo adotta emendamenti al parere del Consiglio, è necessario convocare il comitato di conciliazione per raggiungere un accordo. Spetta al presidente del Parlamento constatare che il bilancio è definitivamente adottato. Al fine di stabilizzare i bilanci annuali, questi ultimi sono oggetto di accordi interistituzionali pluriennali tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione in merito alla disciplina di bilancio. Il quadro finanziario pluriennale determina la ripartizione delle spese e ha lo scopo di assicurare un livello di risorse adeguato per sostenere le priorità dell'Unione europea. Esso viene adottato dal Consiglio all’unanimità, previa approvazione del Parlamento europeo. Il trattato di Lisbona istituzionalizza questa pratica introdotta nel 1988.
  • Budget
  • Annuale del piano finanziario, redatto secondo i principi di bilancio, che fornisce le previsioni e autorizza, per ciascun esercizio finanziario, una stima dei costi futuri e delle entrate e delle uscite e la loro descrizione dettagliata e la giustificazione, quest'ultimo incluso nel commento di bilancio.
  • Buone prassi
  • Esperienze di progetto che rispondono a requisiti di “qualità” in relazione a obiettivi perseguiti, strumenti utilizzati e risultati ottenuti, divenendo in questo modo dei punti di riferimento utili per chi decide di avviare nuovi progetti.
  • Call for proposal
  • Come pubblicato nella Gazzetta ufficiale. Parti aperte di un programma di lavoro per proposte, indicando quali tipi di azioni sono necessarie.
  • Call for Tender
  • Come pubblicato nella Gazzetta ufficiale. Le gare d’appalto sono procedure speciali per generare offerte concorrenti da diversi offerenti, cercando di ottenere un premio di attività commerciale in lavori, forniture o contratti di servizio.
  • Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie
  • La missione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie è la creazione di un sistema di vigilanza europeo delle malattie infettive, quali l’influenza,la SARS e l’HIV/AIDS.
PAGINE : inizio «  1 2 3 4 5 ...  » fine
news ed eventi
<< settembre 2019 >> L M M G V S D             1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30            
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a lunedì 23 settembre 2019