ultima modifica: Nicola Scomparin  26/04/2018

Disponibile online la relazione “Consultation: Transformation Health and Care in the Digital Single Market”

notizia pubblicata in data : mercoledì 18 aprile 2018

Disponibile online la relazione “Consultation: Transformation Health and Care in the Digital Single Market”

La relazione “Consultation: Transformation Health and Care in the Digital Single Market” fornisce un'analisi dei risultati delle attività di consultazione svolte dalla Commissione Europea in vista della Communication on the Transformation of Health and Care in the Digital Single Market”, pubblicata il 25 aprile 2018.

I risultati principali ottenuti dalla consultazione svoltasi tramite questionario online mostrano che il 93% - di oltre 1400 partecipanti - ritiene che "i cittadini dovrebbero essere in grado di gestire i propri dati sanitari". Inoltre, l'83% degli intervistati è d'accordo/fortemente d'accordo con la dichiarazione che "La condivisione dei dati sulla salute potrebbe essere utile per migliorare trattamento, diagnosi e prevenzione delle malattie in tutta l'UE". Un’alta percentuale di partecipanti identifica come motivo principale per sostenere il trasferimento transfrontaliero dei dati sanitari la possibilità di migliorare la ricerca in ambito medico (73,6%) che è più alta rispetto a quello del trattamento dei propri dati (67,8%).

Tuttavia, i rischi di violazione della privacy e di sicurezza informatica sono in cima alla lista dei principali ostacoli individuati nel trasferimento transfrontaliero dei dati sanitari. A questo segue l'attuale mancanza di infrastrutture (51%) e l'eterogeneità delle cartelle cliniche elettroniche (58,2%).

Al fine di superare queste barriere, sono state fortemente incoraggiate le seguenti attività: lo sviluppo di standard per la qualità dei dati e la loro affidabilità (59,6%), la standardizzazione delle cartelle cliniche elettroniche (56,8%), attraverso correlati standard di sicurezza informatica (54,4%) ed il supporto dell'interoperabilità con modelli aperti di scambio (53,4%). Proporre una legislazione che stabilisca gli standard tecnici per permettere l'accesso ai cittadini e lo scambio di documenti sanitari elettronici in tutta l'UE è stato supportato da quasi il 40% degli intervistati. Pertanto, vi è una forte azione di sostegno tra i rispondenti in materia di privacy, sicurezza e interoperabilità dei dati sanitari, nonché per la formazione di un’esperta forza lavoro con le competenze informatiche necessarie per fornire una migliore cura incentrata sul paziente.

Per maggiori informazioni cliccare su "ulteriori dettagli".

Risultato
  • 3
(821 valutazioni)
news ed eventi
<< dicembre 2019 >> L M M G V S D             1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31          
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a sabato 14 dicembre 2019