ultima modifica: Nicola Scomparin  28/05/2019

La Commissione Europea aiuta gli Stati Membri a migliorare l'applicazione delle norme ambientali dell'UE per tutelare i cittadini e migliorare la qualità di vita

notizia pubblicata in data : lunedì 03 giugno 2019

La Commissione Europea aiuta gli Stati Membri a migliorare l'applicazione delle norme ambientali dell'UE per tutelare i cittadini e migliorare la qualità di vita

Nel quadro dell'iniziativa avviata nel 2016 per migliorare l'attuazione sia della politica ambientale europea sia delle norme stabilite di comune accordo in tutti gli Stati membri dell'UE, la Commissione ha pubblicato il giorno 5 aprile 2019 il secondo riesame dell'attuazione delle politiche ambientali (EIR). La piena attuazione della legislazione ambientale dell'UE potrebbe far risparmiare alla nostra economia 55 miliardi di € all'anno in costi sanitari e costi diretti per l'ambiente.

Karmenu Vella, commissario responsabile per l'Ambiente, gli affari marittimi e la pesca, ha affermato: "La Commissione Juncker è determinata a costruire un'Europa che protegge e la nostra priorità è garantire che i cittadini possano godere di una gestione dell'aria, dell'acqua e dei rifiuti della migliore qualità e che il nostro capitale naturale sia protetto. Il riesame dell'attuazione delle politiche ambientali aiuta gli Stati membri a far sì che ciò avvenga, mettendo a loro disposizione le informazioni e gli strumenti necessari."

Il riesame analizza nello specifico lo stato delle politiche ambientali e l’attuazione in ogni singolo Stato Membro in merito a principali settori di intervento quali l’inquinamento atmosferico, la gestione dei rifiuti, lo stato dei corpi idrici, i cambiamenti climatici e la protezione della natura e della biodiversità.

Il pacchetto si compone di 28 relazioni per paese, che illustrano lo stato di avanzamento dell'attuazione del diritto ambientale dell'UE nonché le opportunità di miglioramento in ciascuno Stato membro, e di una comunicazione, che trae le conclusioni e definisce le tendenze comuni a livello dell'UE, nonché raccomandazioni indirizzate a tutti gli Stati membri con le principali azioni prioritarie per progredire in tal senso.

Per consultare la relazione per l’Italia e per gli altri paesi cliccare sotto su “ulteriori dettagli”.

Risultato
  • 3
(244 valutazioni)
news ed eventi
<< agosto 2019 >> L M M G V S D       1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                
Sede Regione Veneto Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Regione del Veneto - Area Sanità e Sociale
UO Commissione Salute e Relazioni socio sanitarie
Palazzo G.B. Giustinian - Dorsoduro 1454
30123 - VENEZIA
cell. +39.3456598389 +39.3356504832
email: promisalute@regione.veneto.it

Programma Mattone Internazionale Salute - ProMIS
Azienda Ulss n. 4 Veneto Orientale
Piazza De Gasperi, 5
30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede Ufficio Regione Veneto a Roma ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Via del Tritone, 46
00187 - Roma

SEDE UFFICIO REGIONE VENETO A BRUXELLES ProMIS - Programma Mattone Internazionale Salute
Regione del Veneto - Sede di Bruxelles
Avenue de Tervuren, 67
1040 - Brussels
Tel. +39 041 279 4827 (dall'Italia)
       +32 027 437 027 (dall'estero)
email: francesca.gastaldon@aulss4.veneto.it
  • Ministero della Salute
  • Ministero della Salute
  • Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
  • ULSS 10
© Riproduzione vietata senza l'autorizzazione di Progetti di Impresa Srl | Aggiornato a venerdì 23 agosto 2019